• Home
  • La sentenza “Aria pulita” del Cile offre speranza nella Giornata mondiale dell’ambiente

La sentenza “Aria pulita” del Cile offre speranza nella Giornata mondiale dell’ambiente

Gli studenti marciano per chiedere un’azione sul cambiamento climatico, a Santiago, Cile, venerdì 15 marzo 2019. © 2019 AP Photo / Esteban Felix

L’aria pulita è una componente fondamentale del diritto a un ambiente sano. Così dice l’esperto delle Nazioni Unite sui diritti umani e l’ambiente in occasione della Giornata Mondiale dell’ambiente.

I residenti della regione costiera cilena di Quintero e Puchuncaví sanno in prima persona come l’inquinamento atmosferico può influire sui loro diritti alla salute e a un ambiente sano. In agosto e settembre 2018, due incidenti di inquinamento atmosferico tossico nella regione hanno causato una crisi di salute pubblica che ha causato più di 300 persone a cercare cure mediche per l’esposizione a sostanze tossiche.

Quando ho intervistato i leader delle organizzazioni di base a Quintero quest’anno, hanno affermato di trascurare il governo e hanno parlato della loro speranza per la giustizia ambientale. La regione ha visto un intenso sviluppo industriale negli ultimi 50 anni e ospita raffinerie, centrali elettriche e fabbriche. A causa della vasta contaminazione da attività industriale nella zona, è comunemente indicato come una “zona di sacrificio.”

La scorsa settimana, la Corte Suprema del Cile ha risposto alla loro richiesta. La corte ha rilevato che l’amministrazione cilena ha trascurato la salute e il benessere dei residenti della regione per molti anni. E ha stabilito che i grandi fallimenti da parte di entità governative hanno violato i diritti costituzionalmente protetti alla vita, alla salute e a un ambiente privo di inquinamento.

Human Rights Watch aveva presentato un brief amicus curiae in questo caso, incoraggiando la Corte Suprema del Cile a considerare il diritto internazionale, gli standard dei diritti umani e l’ambiente in quanto ha considerato se il diritto a un ambiente privo di inquinamento-garantito nella costituzione nazionale del Cile – fosse stato violato.

Sotto molti aspetti, la situazione a Quintero e Puchuncaví è sintomatica di molte altre aree del mondo con un vasto inquinamento atmosferico. L’ONU afferma che l’inquinamento atmosferico ambientale e domestico contribuisce a 7 milioni di morti premature ogni anno, tra cui la morte di circa 600.000 bambini.

In questa Giornata mondiale dell’ambiente, la decisione della Corte Suprema del Cile dà motivo di sperare che altri tribunali di tutto il mondo possano trovare una base nel diritto interno per sostenere il diritto a un ambiente sano.

Leave A Comment