• Home
  • I cinesi-americani sono pronti per le case di cura?

I cinesi-americani sono pronti per le case di cura?

Due società stanno spendendo milioni di dollari per affrontare uno dei dati demografici meno commercializzati negli alloggi per anziani: gli asiatici-americani.

Aegis Living, una catena di alloggi per anziani a scopo di lucro, e Kin On, una società senza scopo di lucro nel sud-est di Seattle stanno investendo separatamente milioni di dollari per creare case di cura per gli asiatici-americani. Aegis sta aprendo una casa di riposo di lusso a Newcastle che includerà infermieri multilingue, un giardino zen e una sala Mahjong. Stanno anche avendo un esperto di Feng Shui entrare e contribuire a progettare la comunità di pensionamento.

Nel frattempo nel sud – est di Seattle, Kin On sta espandendo la sua casa di cura esistente in una residenza-specificamente rivolto agli anziani immigrati asiatici e asiatici-americani.

Naturalmente, queste aziende non stanno raggiungendo la stessa clientela. La comunità pensionistica di Aegis si rivolge alle famiglie a reddito più alto, che costano da anywhere 3.500 a $8.000 al mese, mentre Kin On ha principalmente aiutato i residenti di casa su Medicare e Medicaid.

Ciò che è particolarmente interessante tuttavia è il fatto che questo è un netto cambiamento di prospettiva per questa generazione di asiatici-americani. Sam Wan, il direttore di Kin On per il passato 30 anni, è stato il primo ad ammettere, “Vivono insieme, tre generazioni insieme. Il fenomeno della casa di cura è praticamente un tipo di cultura occidentale (cosa).”Eppure sia Kin On che Aegis stanno spendendo milioni per soddisfare questa folla, quindi significa che la marea sta cambiando? La risposta breve è sì.

Molte famiglie di immigrati asiatici incoraggiano i loro figli a imparare l’inglese e trovare il successo. Aegis Living trovato e CEO Dwayne Clark ha raccontato una storia a KUOW news in cui ha spiegato incontro con una donna che era un dirigente high-tech. Ha spiegato la necessità di case di cura per anziani multilingue in America considerando “speso quasi $200,000 andando a Stanford ottenere laurea e MBA”, e non stava per archiviarlo per stare a casa e prendersi cura di sua suocera.

Naturalmente, le case di cura sono state una parte della cultura americana per un bel po ‘ di tempo, ma in altri paesi (Cina, India, Messico, ecc.), non è raro che genitori e nonni continuino a vivere con i loro figli adulti. Molti altri paesi hanno un profondo rispetto per i loro anziani, anche se questo non vuol dire che l’America non lo faccia.

Gli americani sono sempre stati orgogliosi di diventare autosufficienti-questa era l’intera ragione dietro “No taxation without representation” e che l’ispirazione non è meno vera oggi. Oggi, è considerato un po ‘”vergognoso” o “pigro” per i giovani adulti continuare a vivere con i loro genitori dopo il college. Molti rendono obbligatorio per loro ottenere un lavoro. C’è un senso distinto di lavorare sodo, fare i propri soldi, trasferirsi e iniziare la propria famiglia.

Anche se ci sono sempre delle eccezioni, per molti americani non è “mancanza di rispetto” per gli anziani, ma vogliono renderli orgogliosi essendo autosufficienti. Lo privilegiamo come società. E allo stesso modo, questo è il motivo per cui molti anziani hanno difficoltà ad ammettere i loro figli e la famiglia quando hanno bisogno di aiuto, anche loro desiderano essere autosufficienti; non vogliono appesantire i loro familiari con le loro sfide.

Questo è un motivo in più per cui è importante trovare il giusto alloggio per anziani per la persona amata. Trovare una casa in cui possano continuare ad essere il più autosufficienti possibile e sentirsi a casa (ad esempio, con il cibo della tua cultura e le infermiere che parlano la tua lingua madre) è estremamente importante. Contatta i nostri consulenti di assistenza oggi per trovare la residenza giusta per la persona amata.

Leave A Comment