• Home
  • Caray pesa l’offerta di Braves

Caray pesa l’offerta di Braves

Con Steve Stone al centro di una controversia che potrebbe influenzare il suo futuro con i Cubs, il partner di trasmissione Chip Caray potrebbe lavorare anche la sua ultima partita per la squadra domenica.

Caray, la voce televisiva play-by-play dei Cubs dal 1998, sta valutando un’offerta per unirsi agli Atlanta Braves il prossimo anno, secondo il team e le fonti di trasmissione. Caray è nell’ultimo anno del suo contratto con i Cubs e WGN-Ch. 9.

A Caray è stato offerto un nuovo contratto per rimanere con i Cubs, ma si diceva che includesse solo un aumento nominale rispetto al suo stipendio stimato di $400.000 all’anno.

Caray non è stato raggiunto per un commento sabato, ma una fonte di trasmissione ha confermato che i negoziati erano in corso e che un accordo era una possibilità.

Bob Vorwald, direttore di produzione del WGN, ha rifiutato di commentare la questione.

Ma una fonte Cubs ha detto che era la sua comprensione che Caray se ne stava andando, e che la sua possibile partenza era un fattore minore nella disputa tra la gestione di Stone e Cubs che è esplosa la scorsa settimana quando Stone ha criticato pubblicamente il manager Dusty Baker e alcuni dei suoi giocatori.

Caray e Stone sono vicini, soci da cinque anni, e si dice che Stone sia disincantato dai Cuccioli per non aver fatto più sforzi per tenerlo.

John McDonough, vice presidente di marketing e broadcasting dei Cubs, ha detto la scorsa settimana che i colloqui con Caray erano ” in corso.”

Atlanta sarebbe un’opzione interessante per Caray, 39. Si sarebbe riunito con suo padre, Skip, che ha chiamato Braves games dal 1976.

Chip Caray avrebbe dovuto trovarsi in una situazione simile quando accettò di unirsi ai Cubs. Fu assunto per lavorare con suo nonno, Harry Caray. Ma l’emittente Hall of Fame morì di ictus nell’inverno del 1998, pochi mesi prima dell’inizio della prima stagione di Chip Caray.

Caray ha una storia con i Braves, lavorando due stagioni con la squadra nel 1991-92. Il 13 maggio 1991, le tre generazioni di Caray-Harry, Skip e Chip-lavorarono insieme su un gioco di Cubs-Braves.

La trasmissione da Atlanta darebbe a Caray lo stesso tipo di esposizione superstation di cui gode attualmente su cavo con WGN. I Braves hanno una lista di giochi su TBS.

Un trasferimento ad Atlanta lo avrebbe anche avvicinato all’attuale casa della sua famiglia a Orlando.

E darebbe a Caray un nuovo inizio. Da quando ha preso il posto di suo nonno, è stato oggetto di critiche da parte di alcuni fan dei Cubs, che hanno messo in dubbio la sua conoscenza del baseball. Non è mai sembrato a suo agio con Dave Otto e Joe Carter, con i quali ha lavorato durante i due anni in cui Stone era fuori dallo stand per motivi di salute. Ma le critiche si placarono con il ritorno di Stone per la stagione 2003.

Quest’anno, tuttavia, Caray e Stone sono stati oggetto di critiche da parte di diversi giocatori Cubs, che credono di essere troppo negativi.

Alla domanda sulla sua situazione contrattuale all’inizio di quest’anno, Caray ha espresso un forte desiderio di rimanere a Chicago, dicendo che voleva altri 30 anni nella cabina di trasmissione dei Cubs. Così com’è ora, domenica potrebbe essere il suo ultimo giorno.

Leave A Comment